What is going on at Tandem?

  • Santiago de Chile skyline

Il Cile per gli stranieri

Articolo di Alexandra Polič

Il Cile è speciale: é mervaglioso e affascinante. Innamorarsi di questo posto e della sua gente è facile. Pertanto, dopo otto mesi di viaggio decisi di fermarmi a Santiago. Però nemmeno un viaggio di quasi un anno per l’America Latina avrebbe potuto prepararmi alla vita cilena. Sette cose di te, Cile, amo tanto quanto le trovo strane:

La lingua cilena è un’altra cosa

Se già consoci un po di spagnolo prima di partire per il Cile, potrai notare che quello che ti viene insegnato nella scuola (o in qualunque altro posto) della tua città, non potrà mai prepararti abbastanza bene per capire I cileni. La lingua ufficiale dovrebbe essere lo spagnolo, ma la lignua che viene parlata ,in realtà, è il cileno. Addirittura, I madrelingua spagnoli hanno problemi a capire le parole e le frasi tipiche cilene.

Per esempio: al posto di “¿Cómo estás?” dicono “¿Cómo estai?”. Con le parole “weón” e “wea” – che sembrano le parole nazionali – si riferiscono a qualunque persona o cosa. E tutte le frasi finiscono con “¿Cachai?”. In questo modo chiedono se hai capito quello che hanno detto. Normalmente non è necessario rispondere, ma a volte sarebbe meglio dire “nopo”. Perchè “po” è il modo cileno per dire qualcosa con enfasi. E c’è da dire con enfasi che, almeno io, all’inizio non capivo niente.

Quindi, ¿Cómo cachai esa wea, weon? Non voglio mentire, non sará facile. Peró ci si puo’ arrivare. Unisciti ai cileni e impara la loro lingua. In questo modo riuscirai a sopravvivere anche senza l’aiuto del vocabolario cileno. Avrei detto che solo dopo qualche settimana, non avrei avuto più problemi a capire il cileno. La buona notizia è che probabilmente in nessun luogo sarà peggio. La notizia piú bella è che alle persone piace insegnare la loro lingua agli stranieri, e questo mi porta al punto successivo:

La gente è “a posto”

Ovviamente, non parlo di tutta la popolazione cilena. Peró ho sperimentato che I cileni sono “a posto”. Durante la mia prima settimana, sono andata ad una festa di intercambio con una mia amica brasiliana. Abbiamo conosciuto molta gente e ovviamente ci hanno chiesto di dove fossimo – fino a quando un cileno non ci ha interroto dicendo: “Non importa di dove sono. Ora sono cilene, nien’altro”. E così è. La gente ti invita a casa sua, ti presenta ai suoi migliori amici. Ti aiuta in tutto, che si tratti di andare dal medico, chiamare il PDI o spiegare il disegno del tuo prossimo tatuaggio. E una volta che hai sistemato la tua vita, puoi godere di tutte le cose che si possono vedere in Cile.

Tutto viene fatto con l’avocado

Se vuoi preparare il tuo “once” (=spuntino pomeridiano) come I cileni, non deve mancare un ingrediente: l’avocado. Sembrerebbe essere una regola non scritta che l’avocado si mangia con tutto. Che si tratti di colazione, pranzo, cena, o uno dei piatti nazionali, il “Completo” (un tipo di hot dog): tutto si mangia con l’avocado. Però devo ammetterlo: l’avocado cileno è molto buono. E nei mercati (come il mercato “La Vega”) si vendono degli avocado e banane cileni buonissimi e molto economici.

Ordinare, pagare, ricevere: nelle panetterie ci sono tre file

Se preferisci comprare da mangiare in panetteria, ti accorgerai subito che il sistema delle file è abbastanza confuso. C’è una fila per ordinare il pane. Poi ti devi spostare a lato in una seconda fila per pagarlo. E infine, in una terza fila, riceverai il pane che hai ordinato nella prima fila e che hai pagato nella seconda. In farmacia o in macelleria, invece, bisogna prendere un numero e aspettare che ti chiamino per ordinare.

Le montagne e il mare sono vicini

A dir la verità, io, che sono austriaca, tuttavia sento la mancanza della vista che ho qui: vedere dal mio balcone le palme e contemporaneamente le montagne innevate è strano. Però gli impianti sciistici piú vicini si trovano in realtà a solo una ora di distanza da Santiago. Si, senza dubbio, preferisci andare al mare. Nemmeno per questo ci sono problemi! Si puo’ arrivare a Valparaíso e a Viña del Mar con I mezzi pubblici da Santiago.

E questa é solo una piccola parte delle differenze che ha il Cile con il resto del mondo. In nessun altro posto le luci brillano così tanto come nel deserto di “Atacama”, situato a nord; mentre a sud, la Patagonia con il suo meraviglioso paesaggio, continua ad essere una delle destinazioni più popolari dell’America Latina.

All’interno del paese si puo’ arrivare facilmente in aereo, ma un viaggio in autobus è molto più avventuriero. In generale, è anche l’opzione più economica – in questo modo ti abituerai a viaggiare per 14 ore. Non serve dire che ,per questo tipo di viaggio, devi portarti con te molto cibo.

Per strada tutte le persone vogliono venderti qualcosa

Senza dubbi, si possono comprare dei sandwich anche per strada. Nonostante la vendita sia ufficialmente proibita, molte persone trasformano I carrelli per la spesa in cucine per friggere patatine o congelatori con ghiaccio per mantenere le bibite fredde. I venditori letteralmente gridano per attirare la tua attenzione. Sembra che in questo paese tutto debba essere fatto con passione. Però, se hai fortuna, le grida saranno accompagnate da una buona musica. Perché in molte delle stazioni delle metro molti artisti, e a volte intere bande, suonano musica dal vivo.

L’ora è relativa

Ora che I venditori, il cibo e la musica ti hanno distratto alla stazione del metro, hai perso completamente la cognizione del tempo e stai correndo al bar dove avevi un appuntamento, Tutto questo, solo per arrivare e renderti conto che il tuo amico cileno non è ancora arrivato.

Con questo non voglio dire che I cileni non siano puntuali. Però se inviti qualcuno a cenare, quest’ultimo sicuramente non arriverà prima delle 10:00. Comunque, questa non è maleducazione. Rispetto all’Europa, in Cile tutto viene fatto più tardi, tutto viene fatto con più tranquillità. Però tieni a mente una cosa: questo non succede con gli orari dei negozi o con I corsi di spagnolo: quelli sono sempre puntuali.

2018-11-13T09:10:53+00:002018-09-17|Categorie: Scuole di spagnolo|Tags: , , |Commenti disabilitati su Il Cile per gli stranieri